cerca

Una purezza menzognera, ieri: quel nevicare

Succedeva a Roma, nella luce di luglio. E quel fioccare di bianco intorno ai passanti vestiti per l’afa e non certo per le ciaspole era un mistero che non diventava miracolo

5 Luglio 2018 alle 18:15

Una purezza menzognera, ieri: quel nevicare

Foto LaPresse

Una purezza menzognera, ieri: quel nevicare. Succedeva a Roma, nella luce di luglio. E quel fioccare di bianco intorno ai passanti vestiti per l’afa e non certo per le ciaspole era un mistero che non diventava miracolo. Woland metteva in scena quel gioco d’illusione e il riflesso del solleone faceva boccheggiare tutti – a bocca aperta per la meraviglia – eccetto Margherita che, nuda al modo suo, spalmata con la pomata di Azazello, faceva il suo etcì strappando a Maestro un urto nuovo al cuore: “E’ l’attimo che ritorna, e chi – chi – può stabilire ciò che è possibile?”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi