cerca

I fili invisibili tracciati dal ballo

La maestria di Ambrogio Sparagna nel suo “Ballo!” all’Auditorium di Roma dove ha portato tutto quello che il liceo classico si spiega con ciò che resta

30 Giugno 2018 alle 06:00

I fili invisibili tracciati dal ballo

Dove vanno a finire i fili invisibili tracciati dal ballo? Anzi, Ballo! Ed è l’elegante semplicità di coreografia e musica, con l’affollarsi del coro ellefono – la voce di tutti – la maestria di Ambrogio Sparagna nel suo “Ballo!” all’Auditorium di Roma dove ha portato tutto quello che il liceo classico si spiega con ciò che resta: il pollice prensile delle donne di Grecia, la phoné di Theodoro Melissinopoulus, la Tarantella greganica, la taranta della Grecìa salentina e il ballo di Santo Vito (che prende e fa rapina in ognuno di noi).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi