cerca

Così Charlotte tratteneva in petto l’attesa

Wolfgang, trepidante di felicità, stordito dalla preghiera, accudiva di baci e d’incendi la sua Principessa

25 Maggio 2018 alle 06:00

Così Charlotte tratteneva in petto l’attesa

Foto Pixabay

Ciò che soltanto gli anni preparano in un istante s’incendia, in divampare di baci. Così Charlotte, ieri, tratteneva in petto l’attesa e lo diceva a se stessa. E Wolfgang – trepidante di felicità, stordito dalla preghiera – accudiva di baci e d’incendi la sua Principessa il cui suono, e il profumo, erano il segreto di un segreto: una pittura lesta più dell’immaginazione. Ed era il disegno di un minuto: si sente che si è vivi ma non si sa se davvero vivi. Ed ecco: “Quel che oscilla in parvenze evanescenti va fermato” – diceva lei e a lui – “in durevoli pensieri”. Nel durevole patto di respiro e cielo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi