cerca

Berlusconi è pericoloso per lo status quo

Come con la Russia, il Cav., ragiona e fa con altre potenze dello scacchiere internazionali

15 Dicembre 2017 alle 06:00

Berlusconi è pericoloso per lo status quo

Silvio Belrusconi (foto LaPresse)

Silvio Berlusconi è pericoloso per lo status quo. Cade l’Unione sovietica, giusto per fare un esempio, e lui fa il ragionamento ovvio: la Nato non serve più. Non ci sono più cosacchi ad abbeverare i loro cavalli alle fontane di San Pietro. A Pratica di Mare, da premier, quasi prepara l’ingresso della Russia nella Nato. Da qualcosa ci si deve pur difendere se l’Alleanza atlantica resta comunque in piedi…. E come con la Russia, Berlusconi, ragiona e fa con altre potenze dello scacchiere internazionali. Tutti a sfotterlo perché parlava al telefono con Erdogan mentre Merkel aspettava e adesso c’è la fila di tutti per ragionarsela con la Turchia. E così con la Libia, aveva visto giusto lui e non certo le signorie di Francia e d’Inghilterra. Ma Berlusconi, comunque, è pericoloso per lo status quo. A leggere i giornali autorevoli si capisce che la Russia resta il nemico numero uno. Vladimir Putin ha soffiato la Siria, e dunque il Mediterraneo, allo status quo che invece ha fatto cilecca in Iraq, in Afghanistan e anche con Berlusconi. Tornerà vincente, resterà amico del nemico numero uno, e Alan Friedman non potrà neppure farci un nuovo libro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • giantrombetta

    18 Dicembre 2017 - 08:08

    Grazie ancora Pietrangelo. Per acume, intelligenza e soave ironia ti confermi il migliore e più lungimirante osservatore politico del Foglio renziano. Non ne hai sbagliata una, di previsioni, dal giorno in cui su queste pagine s’e’ posto sul trono il Royal Baby, che per contro le ha sbagliate tutte, o quasi. Confido ti legga il sempre stimato direttore Cerasa, che forse potrebbe dare una mano a Renzi facendolo sbagliare di meno, ovvero smettendola di correr dietro ai grillini , votando addirittura con loro leggi considerate “ di civilta’“.

    Report

    Rispondi

  • Nambikwara

    Nambikwara

    15 Dicembre 2017 - 18:06

    Italia amletica, chi scegliere?: Silvio Renzi, Silvio Letta, Silvio Grillo.....perchè no? Anche Silvio Della Vedova e Silvia Boschi nel mazzo. Scusate ho dimenticato una new entry Matteo Berlusconi.

    Report

    Rispondi

  • Jack McGuire

    15 Dicembre 2017 - 13:01

    Che dire, questo disgraziato paese si merita proprio uno come lui, o come Renzi o Grillo. Checcefrega a noi dell'affidabilità, chi la conosce, lasciamola agli altri.

    Report

    Rispondi

Servizi