cerca

Cosa ne pensa la sinistra dell'aggressione al tassista di Milano

Morso un orecchio, naso rotto. Influencer ed editorialisti pronti a scatenarsi sull'aggravante mafiosa

29 Novembre 2017 alle 09:49

Cosa ne pensa la sinistra dell'aggressione al tassista di Milano

Lite in strada a Milano. Un giovane uomo stacca orecchio a morsi a un tassista di 48 anni. L’aggressore, per pura sfortuna, non è straniero e perciò poco può servire alla destra ma la sinistra, pur non essendo stata data alcuna testata, dall’episodio può ben ricavare una sua utilità. Con la modalità dell’aggressione, infatti, e gli influencer sono già in allerta – figurarsi gli editorialisti nei giornali – l’aggravante mafiosa c’è tutta. Trovare una trama nera, poi, sarà la minor fatica. Tutta d’insorgenza morale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • oliolà

    29 Novembre 2017 - 20:08

    Eh, ridi tu. Visto cos'è successo a De Rossi? O sei della Lazio?

    Report

    Rispondi

Servizi