Un caffè fumante di baci

Presi da loro stessi, Cicalazadè e Lilith, andavano a cercare una distanza su cui ritagliare l’istante dell’Eterno e non tornare più

16 Novembre 2017 alle 06:00

Un caffè fumante di baci

Foto via Pixnio

Baci al sapore di caffè, ieri, tra Lupo e Luna. Presi da loro stessi, Cicalazadè e Lilith, andavano a cercare una distanza su cui ritagliare l’istante dell’Eterno e non tornare più, mai più, tra i terreni inciampi. Capitava che il cielo, intriso di pomeriggio, l’invitasse a bagnarsi di onde e così scivolare per un poco negli abissi. Il sole se ne stava ad aspettare una migliore occasione per sé quando, smarrito tra gli Oceani, ebbe a bruciare la propria disperata solitudine in una scintilla: l’invidia di loro – di Lupo e Luna – accolti dai coralli, serviti ai tavoli della Barriera remota, col caffè fumante di baci. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi