La vanità dei cinici che voltano le spalle ai veterani

Insolente, di lingua maligna, e ormai sfacciato, il cinico gustava la beatitudine speciale degli egoisti infilzando di maldicenze i guerrieri ridotti al rango di molesti

19 Ottobre 2017 alle 06:15

La vanità dei cinici che voltano le spalle ai veterani

Foto di The U.S. Army via Flickr

Un cinico, ieri, senza un briciolo di delicatezza – impaziente con chiunque giudicasse inutile alla propria vanità – voltava le spalle ai veterani delle battaglie combattute per lui e solo per lui per sentirsi, lui e solo lui, in cima al mondo. Insolente, di lingua maligna, e ormai sfacciato, il cinico gustava la beatitudine speciale degli egoisti infilzando di maldicenze i guerrieri ridotti al rango di molesti ma fu che Ibn Sina in persona, consultando Aristotele, ebbe a calcolare il movimento ellittico e così dare ai militi la giusta spiegazione sul da farsi: “Un calcio, in culo.”

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Tommi Ago

    19 Ottobre 2017 - 09:09

    Come si distingue un guerriero nel 2017?

    Report

    Rispondi

Servizi