cerca

La demoralizzazione della civiltà occidentale

La storica Gertrude Himmelfarb, scomparsa di recente, ha affisso l'interpretazione del presente a una sola idea: l'oblio delle virtù borghesi

7 Gennaio 2020 alle 10:20

La demoralizzazione della civiltà occidentale

Conosciuta dagli amici come Bea Kristol, Himmelfarb ha passato la sua carriera a illuminare e conservare le virtù dell'età vittoriana, disprezzate dai critici rivoluzionari di ogni genere

Gertrude Himmelfarb, la storica americana morta a 97 anni il 30 dicembre scorso, era quello che il filosofo Isaiah Berlin definiva un riccio: un tipo di intellettuale che, pur occupandosi di diversi aspetti della realtà, riporta ogni osservazione a un solo nucleo originario, una singola idea fondativa, un centro di gravità stabile attorno al quale tutto il resto ruota. Il pensiero dominante di Himmelfarb era la moralità. Lungo la linea che separa il bene e il male, il criterio di...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Mattia Ferraresi

Mattia Ferraresi

Nato nella terra di Virgilio e cresciuto in quella di Tassoni, ora vive nel quartiere di Tony Manero. E’ il corrispondente dagli Stati Uniti. Ama, con il necessario distacco penitenziale, il Lambrusco e l’Inter. Ha scritto alcuni libri su cose americane e non, l’ultimo è “La Febbre di Trump” (Marsilio). Sposato con Monica, ha due figli, Giacomo e Agostino.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi