Un Foglio internazionale

6

09/03/2020

La caduta di Harvey Weinstein – condannato per reati sessuali e ‘stupro di terzo grado’ – è in termini hollywoodiani, l’atto finale di un deicidio”, scrive Dominic Lawson sul Sunday Times: “Non è un caso che Weinstein fosse stato stato etichettato come un ‘dio’ da Meryl Streep. Il produttore di film come  Il discorso del Re  e  Shakespeare in Love  aveva ricevuto più ringraziamenti del Padre Eterno dagli attori e registi che ritiravano il loro idolo, l’Oscar. Questi film indicano...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.