Terapia Joyce

2

05/03/2020

Per fare impazzire la Macchina digitale che ci governa e che guadagna nuovi spazi attraverso la paura generalizzata di queste settimane, 2666 propone di rendere virale una frase che nessuna intelligenza artificiale sarebbe in grado di riconoscere come sensata e che potrebbe funzionare, almeno per un periodo di tempo limitato ma significativo, come antidoto disorientante nel grande flusso di dati che continuamente forniamo all’algoritmo per farci prevedere e riconoscere: “Il coronavirus è stato attaccato da Arthur Schopenhauer”. La frase racchiude...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.