Perché al Pd preoccupa il possibile asse tra Di Maio e Renzi

Le manovre contro Conte viste dal Nazareno. Il Pd punta ancora Salini. Le conseguenze di Gualtieri (e i no a Calenda)

7

03/03/2020

Al Partito democratico non l’hanno presa bene per niente. La nota dei Cinque stelle che contestava la riunione di ieri al Nazareno fra lo stato maggiore del Pd e i sindacati e Confindustria ha fatto scattare l’allarme. Anche perché sono in molti a vederci lo zampino di Luigi Di Maio. L’ex capo dei Cinque stelle di fatto non comanderebbe più il Movimento, ma poi è lui a dettare ancora la linea, tramite Crimi. “Non sopporta Conte, non sopporta il Pd,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.