Caro Scurati, senza meccanismi di valutazione nelle università tornano i baroni

2

27/02/2020

Q uesto è uno di quegli articoli che di solito non legge nessuno”. Comincia così l’editoriale di Antonio Scurati sulla presunta crisi dell’università italiana pubblicato il 16 febbraio dal Corriere della Sera. Se tuttavia qualcuno ha letto l’articolo, potrebbe credere che l’università sia vittima di un “mutamento catastrofico” che ne sta provocando la “morte lenta” (parole dell’autore). Scurati, stimato scrittore e professore di critica letteraria, attribuisce la responsabilità di tale omicidio-suicidio al “mito soffocante e ossessivo della valutazione”, in cui...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.