Schengen non verrà sospeso ma ciascuno in Ue cerca le sue soluzioni

La Commissione mette a disposizione del denaro e chiede di essere solidali. Precauzioni e metodi degli altri paesi

Reporter:

Micol Flammini

5

25/02/2020

Roma. Non c’è stata richiesta da parte di nessun paese europeo, quindi il trattato di Schengen non verrà sospeso a causa della sindrome simil-influenzale da coronavirus. Le frontiere rimarranno aperte, ma potranno esserci controlli, come è successo sul Brennero domenica, quando l’Austria ha fermato il traffico ferroviario dei treni provenienti dall’Italia per due casi sospetti. Ieri la Commissione europea ha deciso di stanziare 232 milioni di euro per contenere l’epidemia a livello globale e per non lasciare indietro paesi con...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.