BORDIN LINE

2

19/02/2020

IL BI E IL BA di Guido Vitiello “Non è il tempo che conta: due mesi, due anni, dieci anni. Devi diventare assiomatico di qualcosa. Valpreda della falsità della pista rossa: la strage è di stato. Tortora della giustizia ingiusta. Io della lunghezza della carcerazione preventiva”. Così scriveva Giuliano Naria – quasi dieci anni passati in cella senza condanna, dodici sotto processo – nel terribile memoriale “In attesa di reato” (Spirali, 1991). E chi potrebbe fare da ecce homo contro...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.