Il concetto di popolo come entità astratta contrapposta alle élite è detestabile e pericoloso, un’anticaglia

Giuliano Ferrara

Reporter:

Giuliano Ferrara

1

12/02/2020

I l nostro amico e supremo critico letterario e sociale, Alfonso Berardinelli, ama considerarsi un uomo comune. Individualista come pochi, è per sua scelta fuori dalle accademie e da ogni camarilla, lontano da gruppi, partiti, associazioni, per non dire corporazioni. Se fonda un giornale, sono in due a scriverlo, lui e un suo amico pieno di talento. Il giornale esce “quando può”, come recava nell’intestazione il Leonardo di Papini e Prezzolini (1903-1907, antesignano della Voce), e passa direttamente nella storia...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.