Il grande Rousseau di stato

Dall’identità digitale alla grillizzazione. Cosa dice l’emendamento amato da Casaleggio

3

07/02/2020

Nel giro di meno di 24 ore, tra mercoledì sera e giovedì pomeriggio, il governo ha dapprima presentato e poi ritirato un emendamento al decreto Milleproroghe che prevedeva la creazione di un’identità digitale per tutti i cittadini italiani gestita centralmente dallo stato. La nuova identità digitale avrebbe dovuto sostituire Spid, il sistema per accedere ai servizi digitali della Pubblica amministrazione che attualmente viene gestito in maniera mista pubblico/privata e federata. Con il sistema attuale, alcune aziende private come Poste e...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.