Piccola Posta

2

06/02/2020

Visto dal vero, il monumento a D’Annunzio nel cuore di Trieste ha l’attenuante di una piccolezza: striminzito lui, bassa la panchina, sicché chiunque vi si sieda gli giganteggia accanto. Era bene ridurre il contrasto con il famoso carattere antiletterario della letteratura triestina, quella di Zeno e della rima fiore-amore di Saba. Mi piace specialmente un esempio di Virgilio Giotti, la cui casa – il paradiso dei suoi vivi e dei suoi morti – sta proprio dirimpetto all’Archivio di Stato in...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.