Strategia del pitone

Marianna Rizzini

Reporter:

Marianna Rizzini

2

31/01/2020

Roma. Chiamalo, se vuoi, teorema del pitone: prendi un candidato (per la regione o per le suppletive) e abbraccialo stretto stretto come fosse tuo, per far capire all’altro (M5s) chi decide come portare avanti la baracca. E poi stringerlo sempre più, il candidato, stretto stretto. E insomma un qualche rischio di stritolamento c’è – soprattutto di chi dovrebbe in teoria sceglierlo a scatola chiusa, quel nome, ma, per motivi insondabili o inconfessabili, non sa se appoggiarlo o meno. Accade dunque...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.