Un programma per la crescita

Il Fmi dice che le cose vanno meglio, ma non vanno bene. Servono riforme

3

30/01/2020

Le cose vanno meglio, ma sempre male. Così si può sintetizzare il giudizio del Fmi sull’Italia. Di positivo c’è il fatto che la manovra correttiva di Tria in primavera ha migliorato i conti e poi l’impronta più europeista del nuovo governo ha ridotto lo spread e i tassi sui titoli di stato dopo gli eccessi sovranisti. Per il resto non si notano grandi miglioramenti. La crescita continua a essere stagnante, lo 0,2 per cento nel 2019 e lo 0,5 per...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.