Billie Eilish è l’artista dell’anno perché manda al diavolo la retorica del riscatto

Reporter:

Simonetta Sciandivasci

2

28/01/2020

Roma. Quadriplete si può dire? No? Mannaggia. Facciamo di sì, coniamolo qui. Quadriplete è la cosa che ha fatto domenica sera Billie Eilish, andando ai Grammy vestita orrendamente ma con stile, in Gucci dalla testa ai piedi, e vincendone ben quattro. Miglior disco dell’anno, canzone, record, artista dell’anno. Non era mai successo a una donna, non era mai successo a un’adolescente. Che novità, direte, una ragazzina che vince tutto, l’ennesima enfant prodige figlia del tempo delle vigilie anticipate e dell’elisir...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.