Così Di Maio, incartandosi da solo, mette il M5s nelle mani di Conte

Reporter:

Valerio Valentini

3

23/01/2020

Roma. Il pomeriggio l’ha trascorso nel suo ufficio di Palazzo Chigi, al lavoro. Come se niente fosse, a giudicare dalla serenità con cui buona parte del suo staff, inviato al Tempio di Adriano ad assistere al gran commiato di Luigi Di Maio, rassicurava sulla tenuta del governo. “Non cambia niente, nessuna ripercussione”, ha a sua volta tranquillizzato lui stesso. Perché in fondo Giuseppe Conte sa bene che a Di Maio, ora che ha lasciato le redini del M5s, non resta...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.