Libri al rogo

2

17/01/2020

L a prigionia di Selahattin Demirtasş sarebbe solo tragica se non fosse segnata dalla sua ironia. In un’ennesima udienza, una settimana fa, Demirtasş, che è recluso nel carcere speciale di Edirne e partecipa in videoconferenza, ha parlato anche della propria salute, dopo alcuni episodi allarmanti di malori. “Il medico mi ha detto che devo cambiare il mio stile di vita. Dunque d’ora in poi non camminerò in tondo da destra a sinistra ma da sinistra a destra”. Demirtasş, come la...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.