Un Foglio internazionale

7

13/01/2020

Negli scorsi anni, abbiamo visto scene iconiche e disturbanti di migranti che tentavano di raggiungere l’Unione europea lasciandosi alle spalle il mondo in via di sviluppo. Particolarmente strazianti sono le immagini di giovani provenienti dall’africa subsahariana che tentano di superare le barriere di recinzione che circondano le enclavi spagnole di Ceuta e Melilla in Marocco”, scrive Rumy Hasan su Quillette. “Tralasciando per un attimo il dibattito riguardo la restituzione o meno di queste enclavi al Marocco da parte della Spagna,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.