Eravamo Charlie

6

13/01/2020

Il 7 gennaio del 2015 due jihadisti entrarono nella redazione del settimanale Charlie Hebdo, a Parigi, e uccisero dodici persone, quasi tutti giornalisti e disegnatori che avevano fatto satira su Maometto. Quest’anno, in occasione del quinto anniversario della strage, ci siamo chiesti forse troppo poco quale sia il senso di riflettere su cosa, in un modo così profondo da essere forse invisibile, quel giorno smise di far parte della nostra cultura e diventò, invece, un avversario. Niente come quella strage...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.