I mercati sperano nell’“escalation controllata” in medio oriente

Reporter:

Mariarosaria Marchesano

3

08/01/2020

Milano. Nulla è scontato quando in ballo c’è il rischio geopolitico più temuto del 2020, e cioè l’escalation delle tensioni in medio oriente, ma dopo lo scossone registrato nei primi giorni successivi al raid americano che ha ucciso uno dei più potenti generali dell’Iran, Qassem Suleimani, sui mercati è tornata una calma guardinga. Il prezzo del petrolio è sceso ben al di sotto del livello di guardia di 70 dollari al barile e le Borse europee hanno cercato di ritrovare...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.