Destino cinico e Bari

Reporter:

Valerio Valentini

1

18/12/2019

Roma. Matteo Salvini si diceva già pronto alla pugna. “Renzi – tuonava il leader della Lega – cerca di mettere le mani anche sulle banche popolari. Ma noi siamo pronti a salire sulle barricate a difesa dei territori. Intanto fermiamo questo tizio, è pericoloso!”. Danilo Toninelli, più acuto, già avvistava il complotto: “Così il Gruppo banco popolare potrà diventare di proprietà di qualche banca internazionale la cui mission sarà la speculazione finanziaria”. A sentirsele rileggere oggi, quasi cinque anni dopo,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.