Gestire la cultura

6

13/12/2019

Roma. Che la cultura sia il petrolio dell’Italia è un’espressione retorica, forse vera in un senso diverso da quello comunemente inteso. I paesi petroliferi, resi ricchi dal greggio, sono spesso caratterizzati da cattive istituzioni: siccome c’è, per l’appunto, il petrolio, non hanno bisogno d’altro. Il rischio è che anche il nostro patrimonio culturale finisca così: è talmente vasto e ricco che, per paradosso, non ha bisogno di istituzioni ben funzionanti. Non è allora una cattiva notizia che siano tornate, in...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.