Il Labour e noi

1

12/12/2019

J eremy Corbyn si gioca tutto oggi e l’impressione è che lo sappia. Due anni e mezzo fa portò il Labour sotto ai tredici milioni di voti, insidiando Theresa May fino all’ultimo giorno. Un balzo di tre milioni di voti rispetto al magro bottino messo insieme dal brownite Ed Miliband nel 2015. E’ il primo grande merito che anche i suoi avversari interni ed esterni gli riconoscono: a differenza del predecessore, Corbyn ha riunito e rimotivato l’elettorato rosso. Le scelte...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.