La Signora all’Aia

Aung San Suu Kyi rappresenta il Myanmar contro l’accusa del genocidio Rohingya

3

11/12/2019

Sono qui davanti a voi per risvegliare la coscienza del mondo e accendere la voce della comunità internazionale”, ha detto ieri Abubacarr Tambadou, ministro della Giustizia del Gambia, che si era occupato del genocidio ruandese negli anni Novanta e che ieri ha presentato alla Corte internazionale di giustizia la causa contro il Myanmar per il genocidio dei Rohingya. “Chiediamo: perché? Perché il mondo assiste e permette che questo orrore si ripresenti ancora una volta? Per riprendere Edmund Burke: ‘L’unica cosa...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.