Cartellone

7

11/12/2019

di Luca Fiore La mostra avrebbe dovuto concludersi con l’esposizione dello scheletro dello squalogiaguaro, protagonista del film “Le avventure acquatiche di Steve Zissou”. Non solo perché il toporagno, lo Spitzmaus del titolo, sembra un animale inventato, ma perché il mostro marino del film – richiamo a Moby Dick – è l’immagine dell’ossessione del regista texano per il sublime: il bello intrecciato con il terribile. Anderson e la moglie scelgono i tesori del Kunsthistorisches Museum di Vienna e li allestiscono con...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.