Per far nascere il Conte bis non c’era bisogno di evocare l’antifascismo

Caro Calenda, dire ai propri elettori che combattere vale la pena è giusto. Dire che si sarebbe potuto vincere è un imbroglio

7

06/12/2019

A vevo sentito Carlo Calenda argomentare la propria azione descrivendo un paesaggio politico occupato da due accuse opposte: per gli uni, di voler far invadere l’Italia dall’Africa, per gli altri, di voler instaurare il fascismo. Ho cercato il testo di quella descrizione, che mi sembrava completamente sbagliata e di cui avevo ricostruito a memoria il senso (migliorandola un po’, Calenda mi perdoni). Diceva testualmente (e ripetutamente, come con uno slogan: a “Dimartedì”, 26 novembre): “Il dibattito politico italiano è spaccato...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.