Piccola Posta

2

05/12/2019

La borsa mondiale dei valori delle vite umane uccise nelle manifestazioni pubbliche è davvero volatile: in Iran, nell’ultimo mese, sono ufficialmente più di duecento, in gran parte uccisi da cecchini del regime; in Iraq sono ufficialmente più di quattrocento, e qualcosa come 16 mila feriti. Nessuno può sapere quanti siano davvero. Le cifre, del resto, valgono poco anche per l’opinione dei lontani: avrei potuto scrivere 4.000, o perfino 400.000 (l’abbiamo scritto, infatti, per la Siria, e non bastava) ottenendo lo...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.