Per non dimenticare

6

02/12/2019

La settimana scorsa i ricercatori della fondazione Ebri Rita Levi Montalcini hanno reso noto di aver scoperto, grazie a un test condotto su topi affetti da Alzheimer, che l’anticorpo A13 può avere un effetto di contrasto all’accumulo di A-beta oligomeri, responsabili del blocco della nascita dei neuroni nella prima fase della malattia neurodegenerativa. Negli stessi giorni un trattamento clinico condotto tra Scozia e Singapore ha scoperto l’efficacia di un farmaco sperimentale che anche a basse dosi consente di ridurre l’atrofia...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.