“Non si può abbandonare Venezia alla logica del consenso”. Parla Marco Balich

Reporter:

Annalisa Chirico

2

21/11/2019

Roma. Marco Balich invoca i “pieni poteri” per Venezia. “Per carità, io sono per la democrazia – dice al Foglio il super cerimoniere olimpico che, dopo Torino 2006, Sochi 2014, Rio 2016, si è aggiudicato l’organizzazione dell’apertura di Tokyo 2020 – Venezia è una perla dell’umanità, non può essere abbandonata alla logica del consenso o, peggio ancora, alla tirannia dei piccoli interessi di bottega. Serve un commissario straordinario, con poteri pieni, in grado di imporsi fuori dal ricatto dei micropotentati...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.