Destre europee, occhi negli occhi

Il congresso dei popolari, quello della Cdu e una resa dei conti che sa di dolori antichi. Gli inglesi invece se la ridono

5

21/11/2019

L a paura è passata, la nuova Commissione europea dovrebbe iniziare a lavorare dal 1° dicembre: un mese di ritardo sulla tabella di marcia, tre bocciati con relativi sostituti, una commissione sconosciuta – quella degli Affari giuridici del Parlamento europeo – diventata a un tratto cruciale (è piena di francesi!, sussurrano gli europarlamentari nei corridoi), un voto finale di conferma ancora da superare e un paese che, per la prima volta, non esprime il suo commissario. Si tratta del Regno...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.