Dove nasce l’italia opulenta Luca Ricolfi ritrae la “società signorile di massa”. Che però è figlia non dell’individualismo antropologico e del suo contrappeso solidaristico di marca cattolica, ma dell’egalitarismo e del dirittismo ideologico

Luca Ricolfi ritrae la “società signorile di massa”. Che però è figlia non dell’individualismo antropologico e del suo contrappeso solidaristico di marca cattolica, ma dell’egalitarismo e del dirittismo ideologico

7

19/11/2019

C’ è una certa intellighenzia che racconta i mali dell’Italia pescandone le cause in una vecchia soffitta di luoghi comuni, e trovandone sempre le stesse due. La prima è un suo presunto e inguaribile individualismo di stampo quasi antropologico, definibile, con un sociologismo mai in disuso, un’assenza strutturale di capitale sociale, più drammatica a sud che a nord. Come se il capitale sociale fosse un codice genetico e non piuttosto la misura del rapporto tra i cittadini e le istituzioni...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.