Politica e qualche ipocrisia E’ l’Economist, bellezza

1

18/11/2019

Alla bella età di centosettantacinque anni l’Economist ha fatto l’errore di comporre un manifesto di generosità e di compassionevole “liberalismo per il popolo”, prendendo le distanze dalle élite autoreferenziali e “ben connesse” di cui, nella sua storia esclusiva ma anche popolare e di successo, è sempre stato campione intelligente e un po’ ribaldo. Mal gliene incolse. Chi pecora si fa, il lupo se lo mangia. Uno storico informato della City University di New York, Alexander Zevin, ha scritto una documentata...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.