Islamobolscevismo

Giulio Meotti

Reporter:

Giulio Meotti

1

12/11/2019

Roma. Il clou della marcia di domenica contro l’“islamofobia” a Parigi è stato quel grido familiare, scandito ben tre volte, da Place de la République: “Allahu akbar, Allahu akbar, Allahu akbar, perché siamo orgogliosi di essere musulmani e francesi”. A pronunciarlo, negli applausi, è stato Marwan Muhammad, già direttore del Collettivo contro l’islamofobia e animatore della marcia. “Queste sono le ultime parole ascoltate da Charlie Hebdo e dai bambini martirizzati della scuola Ozar Hatorah prima di essere uccisi a fucilate”,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.