Ecco chi ospita le letture di Bookcity a casa sua. Non i soliti salotti

6

07/11/2019

T utto è partito con un pianoforte. Non uno qualsiasi ma quello suonato da Ludovico Einaudi. Dapprima in una casa privata poi, mano a mano che il fenomeno prendeva piede, tantissimi pianoforti hanno mosso l’aria di note nei cortili, nelle piazze, nei parchi, sulle terrazze. Concerti gratuiti per la città. “Abbiamo iniziato con la musica di Piano City nel 2010, poi è arrivata Bookcity”, racconta Daniela Cattaneo Diaz, fondatrice della società di marketing culturale H+, ideatrice prima del pianoforte diffuso...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.