Le due strade di Varsavia

Il futuro dell’europeismo polacco dipenderà dalla risposta del PiS alla Corte Ue

3

06/11/2019

La Corte di giustizia dell’Unione europea ha dichiarato che la riforma della magistratura polacca introdotta nel 2017, che prevede il prepensionamento dei giudici e dei pubblici ministeri, vìola il diritto dell’Unione europea e il principio secondo cui i giudici dovrebbero essere protetti dalla rimozione dall’incarico per motivi politici. La Commissione europea si era rivolta alla Corte di Lussemburgo perché riteneva che le leggi introdotte dal partito nazionalista PiS discriminassero le donne e dessero troppo potere al ministro della Giustizia, ledendo...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.