Mara tempora. Carfagna tentenna troppo e fa innervosire tutti

3

01/11/2019

Roma. “Mara tempora currunt”. Pure i calembour denunciano l’insofferenza nei confronti della sua indecisione. “E’ come la tela di Penelope”, sbuffa scetticismo il deputato forzista Paolo Zangrillo, quando gli si chiede a che punto sia la costituzione del “gruppo della Carfagna”. Sembrava che l’empio inciampo di mercoledì sera al Senato, sulla mozione Segre, fosse l’alibi atteso per fare il grande passo. “E invece è stata l’ennesima goccia che non ha fatto traboccare il vaso”, sogghigna Andrea Causin, azzurro di Palazzo...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.