Comete e bagliori

9

30/10/2019

Nella perfezione sferica, nel moto uniforme ed eterno delle sfere, si riflette l’immagine divina dell’eternità. Sul platonismo Aristotele erige il suo modello, perfezionato poi scientificamente da Tolomeo (100 d.C.-175 d.C.): la Terra al centro dell’universo, pieno dei quattro elementi (fuoco, aria, acqua, terra) che si muovono di moto imperfetto (basso-alto o alto-basso) e, intorno, sette cieli sferici: Luna, Mercurio, Venere, Sole, Marte, Giove, Saturno. Per essi il moto è perfetto: circolare, uniforme, senza inizio né fine. Il cielo delle sfere...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.