Cartellone

6

30/10/2019

di Luca Fiore Sono i due più grandi scultori del neoclassicismo. Per la prima volta esposti insieme. Virtuosi del marmo, di cui domavano la rigidità facendolo sembrare morbido come le carni delle dee. Antonio Canova e Bertel Thorvaldsen furono rivali diretti nella Roma a cavallo tra Sette e Ottocento, accontentando nobili e imperatori. Ritratti idealizzati, allegorie, riferimenti alla mitologia classica. Una sfida ai vertici, non solo tecnici, ma anche filosofici: che cos’è “la” bellezza? C’è un che di tracotante, sia...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.