Tante lingue niente razza

Maurizio Crippa

Reporter:

Maurizio Crippa

1

25/10/2019

C on la tuba in testa, il vecchio esploratore e naturalista Alexander Von Humboldt scende dalla carrozza all’alba di un paese deserto nella Germania dell’Ottocento, immaginando di incontrarvi un “collega” di studi e di terre lontane, questo Jakob Simon con cui da tempo corrispondeva per lettera. E che invece non è un suo pari, è un ragazzo sognatore e invecchiato, che non ha mai potuto emigrare in Brasile, come hanno fatto tanti della sua terra, ma ha studiato e comparato...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.