Sette giorni senza spari. Perché la road map del Donbass non parte mai

Nel conflitto “a bassa intensità”, la precondizione al negoziato Kiev-Mosca non viene rispettata. Le domande irrisolte e il piano Z

3

23/10/2019

S ette giorni senza sparare. E’ la condizione che Mosca e Kiev pongono per riprendere il negoziato sul Donbass, dopo che la firma della cosidetta “formula Steinmeier”, il 1 ottobre scorso, aveva fatto parlare di un’imminente ripresa del “quartetto di Normandia”: Ucraina, Russia, Germania e Francia. Le date del vertice però continuano a slittare, sulla linea di divisione dove il presidente ucraino Vladimir Zelensky ha fatto retrocedere le sue truppe partono colpi dai separatisti, e Vladimir Putin con una scrollata...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.