Piccola Posta

2

17/10/2019

Antonio Russo, giornalista italiano, abruzzese, non iscritto all’Ordine, radicale, fu assassinato il 16 ottobre del 2000 a Tbilisi, Georgia, quando aveva 40 anni. Nel suo passato di giornalista senza tessera c’erano la Siberia, l’Algeria – al tempo degli sgozzamenti, quando quasi nessuno ebbe il coraggio di andarci – la Bosnia, il Kosovo e due volte la Cecenia. Era là, avventurosamente, a cercare e difendere la verità sulla persecuzione della gente cecena, e i persecutori lo fecero trovare su una strada,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.