La sottile linea Borghi

4

16/10/2019

N eanche è servita un’abiura. E’ bastata una sbandata, e poi una ulteriore capriola retorica di Matteo Salvini, per suggerire a Claudio Borghi di mandare un messaggio in chat ai deputati leghisti per ricordare quale sia “la posizione ufficiale per tutti” sull’euro: che è, manco a dirlo, sempre perennemente ambigua. Restare o uscire? Chissà. Fatto sta che è stato sufficiente un mezzo ripensamento, fatto non proprio coi crismi che s’addicono alla “svolta” ma con un’intervista concessa a un quotidiano (questo...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.