La svolta che serve a Salvini è sui nomi

Euro, Cina, Europa. Una classe dirigente non può parlare a titolo personale

3

15/10/2019

L’intervista di Matteo Salvini al Foglio è una severa autocritica sul disastroso anno di governo della Lega. A partire dal reddito di cittadinanza (“tornando indietro non lo rifarei”), ma non solo. Sull’uscita dall’euro, costantemente minacciata dai responsabili economici del partito Claudio Borghi e Alberto Bagnai, tanto da provocare la costruzione di un cordone sanitario nei confronti della Lega, Salvini è perentorio: “Lo dico una volta per tutte, e poi spero che nessuno, dentro e fuori il mio partito, sollevi di...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.