Direzione Zinga

Reporter:

Valerio Valentini

7

15/10/2019

Roma. L’episodio di per sé era talmente marginale, così circoscritto all’interno delle oscure dinamiche parlamentari, che fuori dal Palazzo nessuno se ne è curato granché. E però, mercoledì scorso, quando c’è stato lo spoglio dei voti per capire chi fosse il nuovo segretario d’Aula del Pd, al Nazareno qualcuno deve aver sentito la terra tremargli sotto i piedi. Perché, è vero, il candidato indicato dal capogruppo Graziano Delrio sulla base di un accordo stretto tra la segreteria del partito e...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.