Ostaggi della riduzione

1

09/10/2019

Roma. Esce da Palazzo Chigi scivolando su un tappeto rosso, attraversa la piazza di Montecitorio tra i sampietrini sconnessi di Virginia Raggi, maligni come tagliole, e circondato da svolazzanti individui s’infila dentro al portone della Camera, come dentro a uno specchio. “E’ un momento molto importante”, ci dice in un soffio Giuseppe Conte, che proprio vuole assistere, imprimere il suo volto sul piombo della notizia, in qualche modo vuole partecipare a questa sforbiciata cui si consegna il Parlamento italiano, questo...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.